GUERCINO A PIACENZA

4 marzo / 4 giugno 2017

La mostra, dal titolo Guercino tra sacro e profano, allestita nella Cappella Ducale di Palazzo Farnese, si concentra su alcuni capolavori del Guercino, in grado di restituire la lunga parabola artistica che lo ha portato a essere uno degli artisti del Seicento italiano più amati a livello internazionale.



VISITA IL SITO DELLA MOSTRA

I dipinti scelti ben documentano la “poetica degli affetti” con cui il pittore ha realizzato sia i temi sacri, sia quelli profani, lungo l’arco cronologico della sua operosa attività artistica.
La rassegna presenta una selezione di 20 opere - in prevalenza pale da altare, ma con anche una significativa rappresentanza di quadri “da stanza” a soggetto profano – che consente di accostare il “vero” Guercino e di apprezzarne la straordinaria qualità e le prerogative messe a punto prima e dopo la grande impresa piacentina. Il percorso espositivo illustra le sue prime esperienze pittoriche a Cento, paese natale, svolte nel segno di una romantica adesione al linguaggio di Ludovico Carracci e, indaga la sua maturazione artistica a seguito dei soggiorni, prima a Bologna e poi a Roma.
I dipinti esposti oltrepassano anche questo importante traguardo e seguono il Guercino quando, pur rimanendo inconfondibile, il suo linguaggio si apre a nuove sollecitazioni di tipo classicheggiante, incontrando il favore dei più illustri committenti.
La Cappella Ducale in Palazzo Farnese, con la sua marcata ambivalenza tra funzione liturgica e celebrazione di un fasto aristocratico, contribuisce a rendere suggestivo l'incontro con una delle massime personalità del Seicento pittorico europeo.